Navigation

Il nuovo centro logistico KARL STORZ eleva gli standard

12/07/2013 | L’azienda

Vista dall’esterno

Tuttlingen, 12 luglio 2013: In presenza di ospiti del mondo politico e industriale, KARL STORZ celebra l’inaugurazione del grande centro logistico di 25.000 metri quadri, costruito in 15 mesi nella zona industriale Take-Off di Neuhausen ob Eck (Landkreis di Tuttlingen).

Il nuovo edificio è costituito da un moderno magazzino automatizzato a scaffalature alte, con 83.000 posti e un’ampia area dedicata agli uffici. Il nuovo complesso ospiterà circa 330 collaboratori, che fino a oggi lavoravano nel vecchio centro logistico di Tuttlingen.

Scaffalature con sistema a navetta

Nel suo discorso inaugurale, la Dr. h. c. mult. Sybill Storz ha sottolineato che il centro non è semplicemente un nuovo edificio con più spazio e una maggiore superficie di stoccaggio, ma che la sua costruzione è servita anche a riesaminare tutti i processi logistici e ad adeguarli ove necessario. È stata inoltre prestata particolare attenzione allo stretto collegamento fra le attività di produzione, logistica e spedizione, con conseguente ottimizzazione delle interfacce. “Come sempre nella tradizione della nostra azienda, ci assumiamo la responsabilità imprenditoriale con tutti i rischi connessi per essere sempre preparati ad affrontare il futuro”, ha affermato la Dr. Sybill Storz, aggiungendo che è proprio grazie alla crescita sana e costante dell’azienda se le dimensioni del vecchio centro logistico, inaugurato nel 1999, sono diventate insufficienti e hanno reso necessario questo nuovo investimento. Con la costruzione del nuovo edificio la direzione di KARL STORZ ha voluto dimostrare, come già molte volte in passato, che l’azienda è profondamente radicata nel Landkreis di Tuttlingen.

Nel suo discorso, Karl-Christian Storz ha ribadito che il nuovo edificio migliorerà enormemente la capacità produttiva, ma che soprattutto la tecnologia utilizzata servirà a facilitare il lavoro dei collaboratori e a renderlo più efficiente.

Moderna tecnologia di stoccaggio e movimentazione

Durante la successiva visita al nuovo centro logistico gli ospiti hanno osservato con interesse il cosiddetto sistema a navetta, che rivoluziona completamente lo schema logistico utilizzato finora. Il vecchio principio secondo cui i collaboratori devono recarsi allo scaffale per prelevare la merce appartiene ormai al passato. In futuro sarà la merce ad arrivare alla postazione del collaboratore, trasportata da un sistema intelligente a navetta in grado di condurla fino al punto di uscita. Questa ristrutturazione dei processi, insieme all’introduzione di uno schema di lavoro a turni, è volta ad accrescere notevolmente la portata e la rapidità con cui la merce può essere spedita ai clienti in tutto il mondo. La direzione ha tuttavia sottolineato che le fasi di processo parzialmente automatizzate sono studiate per fornire un aiuto ai collaboratori, ma che con ciò non si intende assolutamente rinunciare all’esperienza e alle competenze del personale, quanto piuttosto a combinare i due aspetti in modo ottimale.

Che si tratti di un investimento lungimirante è dimostrato dal sistema modulare del magazzino, affinché la capacità di stoccaggio inizialmente pianificata possa essere adattata alla crescita futura dell’azienda familiare e, all’occorrenza, in un secondo momento il volume possa essere ampliato fino al raddoppio.