Navigation

Stage

Highlights

Ginecologia

La nuova generazione di trocar di KARL STORZ

La nuova generazione di trocar riunisce componenti monouso e riutilizzabili: la cannula e il mandrino sono riutilizzabili, mentre la guarnizione della valvola è monouso.

Caratteristiche:

  • Il mandrino ergonomico consente un maneggio sicuro del trocar durante il posizionamento
  • Sistema di tenuta monoblocco e monouso
  • Minimo attrito tra la guarnizione della valvola e lo strumento
  • Peso notevolmente ridotto e buon bilanciamento dello strumento grazie al trocar realizzato in materiale sintetico
  • Codice colore per una facile distinzione delle diverse misure
  • Disponibili nelle misure da 2,5 mm a 13,5 mm

SupraLoop – adesso anche nel modello bipolare

Per l’isterectomia laparoscopica sopracervicale

Oltre all’ansa unipolare SUPRALOOP, già comprovata, viene offerta ora anche la nuova ansa bipolare SUPRALOOP per la rimozione dell’utero durante l’isterectomia sopracervicale.

  • SupraLoop bipolare senza elettrodo neutro
  • Ansa disponibile in due misure
  • Riduzione dei tempi operatori grazie ad una rapida rimozione dell’utero
  • Risparmio di costi grazie all’impugnatura e alla camicia esterna riutilizzabili

Manipolatore uterino sec. KECKSTEIN

Straordinariamente versatile

Il manipolatore uterino sec. KECKSTEIN rende sicure le operazioni ginecologiche in bacini stretti. La visione del sito operatorio durante le isterectomie, ma anche in operazioni di mantenimento degli organi, risulta migliorata rispetto a quella dei manipolatori standard grazie alla possibilità di flettere in avanti e all’indietro sia l’estremità distale che la campana. Inserti atraumatici di forma differente per operazioni di chirurgia riproduttiva o oncologica offrono all’operatore possibilità di trattamento del tutto nuove.

  • Nuova guarnizione riutilizzabile per l’isterectomia laparoscopica totale
  • Anteflessione e retroflessione dell’estremità distale e della campana
  • Inserti atraumatici per interventi oncologici e conservativi di organi

Imaging nell’ambulatorio ginecologico in clinica o nello studio medico

Un’unità di base con numerose possibilità di ampliamento

Grazie all’ampia gamma di prodotti KARL STORZ è possibile assemblare ed ampliare l’apparecchiatura per l’isteroscopia ambulatoriale in clinica o nello studio medico in base alle proprie esigenze, a seconda che si opti per applicazioni puramente diagnostiche o anche interventistiche.

Come unità di base KARL STORZ offre con TELE PACK X LED una soluzione compatta per l’imaging e la documentazione. TELE PACK X LED riunisce in una sola unità monitor, sorgente di luce, unità di controllo telecamera e gestione dei dati. Per la sua mobilità TELE PACK X LED è particolarmen adatto all’impiego ambulatoriale sia in clinica che negli studi medici. Grazie alla nuova funzione di rete è possibile trasmettere immagini e video paziente alla rete ospedaliera o ambulatoriale.

Le più recenti opzioni per la gestione personalizzata della colonna per isteroscopia KARL STORZ sono elencate di seguito. La dotazione non consente solo di diagnosticare e trattare disturbi mestruali o infertilità, ma può essere ampliata anche per la diagnosi e il trattamento di displasie o problemi uroginecologici.

Rapida asportazione tissutale grazie ad unità dal diametro ridotto – L’unità IBS® per la resezione meccanica office

Shaver intrauterino BIGATTI (IBS®) con HYSTEROMAT E.A.S.I.®

Lo shaver intrauterino BIGATTI (IBS®) viene introdotto nella cervice leggermente dilatata con un sistema ottico dal diametro esterno di soli 6 mm. Con una potente lama shaver da 4 mm è ora possibile trattare le patologie intrauterine anche al di fuori della sala operatoria, ad esempio in studi medici, ambulatori ospedalieri o centri IVF.

  • Asportazione meccanica di tessuto intrauterino: polipi, miomi o resti placentari
  • Visuale sempre chiara grazie all’aspirazione immediata dei tessuti resecati con HYSTEROMAT E.A.S.I.®
  • Sistema completamente riutilizzabile
  • Rapida curva di apprendimento e ridotto rischio di complicanze perché l’unità funziona senza corrente HF
  • HYSTEROMAT E.A.S.I.® si può utilizzare per tutti gli interventi chirurgici isteroscopici

Fate chiarezza: diagnosi e terapia al di fuori delle sale operatorie

Soluzioni per l’isteroscopia office

L’isteroscopia consente di diagnosticare patologie del cavo uterino e trattarle immediatamente con strumenti da 5 Charr. È possibile eseguire questi interventi al di fuori della sala operatoria, senza anestesia e senza dilatazione della cervice. Inoltre un’isteroscopia eseguita prima di un trattamento di inseminazione artificiale consente di individuare e risolvere eventuali problemi che potrebbero comprometterne la riuscita.

  • TROPHYSCOPE® sec. CAMPO, con diametro di soli 2,9 mm, consente un accesso primario nel cavo uterino sotto controllo ottico.
  • L’irrigazione di ENDOMAT® SELECT garantisce una visione migliore grazie al mantenimento costante della pressione intracavitaria
  • Ottimizzazione della capacità della sala operatoria grazie all’esternalizzazione della diagnostica e dei piccoli interventi isteroscopici in ambulatorio

VITOM®

Visualizzazione extracorporea, ingrandimento e documentazione

VITOM® è un sistema ottico che, a differenza di un endoscopio, non viene introdotto nel corpo, ma posizionato a 25 – 75 cm di distanza dal sito operatorio. Il sistema VITOM® è in grado di visualizzare e di documentare reperti colposcopici. Inoltre il sistema VITOM® ingrandisce il sito operatorio e rende visibili in modo eccellente i bordi epiteliali anche, ad esempio, in conizzazioni ad ansa.

  • Imaging ingrandita nella colposcopia e nella conizzazione
  • Sistema VITOM® con filtro verde integrato
  • Ideale anche per la formazione, la documentazione o la trasmissione di interventi
  • Se impiegato con un sistema videoendoscopico FULL HD (ad es. IMAGE1 S) il sistema VITOM® fornisce un imaging ad alta risoluzione

Sistema vicino infrarosso KARL STORZ (NIR/ICG) nella laparoscopia ginecologica

Il sistema vicino infrarosso KARL STORZ (NIR/ICG) consente di visualizzare i tessuti sottocutanei. La tecnica del vicino infrarosso (NIR) rende visibile la distribuzione del mezzo di contrasto fluorescente ICG (verde di indocianina). Nella laparoscopia ginecologica la tecnica viene utilizzata per l’identificazione e la visualizzazione dei linfonodi sentinella e si applica nel mappaggio dei linfonodi negli interventi chirurgici ginecologici oncologici. Si visualizzano i vasi e i gangli linfatici tramite il mezzo di contasto al verde di indocianina con l’ausilio del sistema vicino infrarosso KARL STORZ (NIR/ICG). Per queste applicazioni l’operatore può utilizzare sistemi ottici compatibili ICG sia per la chirurgia laparoscopica che per la chirurgia a cielo aperto (VITOM®).

  • Modalità di fluorescenza con illuminazione dello sfondo
  • Passaggio rapido dalla modalità luce bianca alla modalità ICG tramite interruttore a pedale
  • Aumento della fluorescenza nel caso di segnale scarso tramite IMAGE1 S SPECTRA A
  • Sistemi ottici per interventi endoscopici e a cielo aperto
  • Modularità di IMAGE1 S ampliabile in 3D, sistema flessibile ed aperto