Navigation

Stage

Highlights

Ginecologia

Fate chiarezza: diagnosi e terapia al di fuori delle sale operatorie

Soluzioni per l’isteroscopia office

L’isteroscopia consente di diagnosticare patologie del cavo uterino e trattarle immediatamente con strumenti da 5 Charr. È possibile eseguire questi interventi al di fuori della sala operatoria, senza anestesia e senza dilatazione della cervice. Inoltre un’isteroscopia eseguita prima di un trattamento di inseminazione artificiale consente di individuare e risolvere eventuali problemi che potrebbero comprometterne la riuscita.

  • TROPHYSCOPE® sec. CAMPO, con diametro di soli 2,9 mm, consente un accesso primario nel cavo uterino sotto controllo ottico.
  • L’irrigazione di ENDOMAT® SELECT garantisce una visione migliore grazie al mantenimento costante della pressione intracavitaria
  • Ottimizzazione della capacità della sala operatoria grazie all’esternalizzazione della diagnostica e dei piccoli interventi isteroscopici in ambulatorio

Shaver intrauterino BIGATTI (IBS®) con HYSTEROMAT E.A.S.I.®

Lo shaver intrauterino BIGATTI (IBS®) consente di rimuovere in modo completamente meccanico patologie intrauterine come polipi, miomi (G0-G1) o resti placentari con una visione del campo operatorio ottimale. I frammenti tissutali rimossi vengono aspirati tramite una lama shaver senza impiego di corrente HF; ciò riduce il rischio di complicanze e permette una curva di apprendimento più rapida per l’operatore. La pompa automatica a doppio rullo HYSTEROMAT E.A.S.I.® assicura una cavità uterina stabile ed un’eccellente visione.

  • Rimozione meccanica di patologie intrauterine senza corrente ad alta frequenza
  • Sempre una chiara visione grazie all’aspirazione diretta del tessuto resezionato
  • Curva di apprendimento più rapida rispetto a quella della resezione standard
  • Sistema completamente riutilizzabile, inclusa la lama shaver
  • Si può utilizzare l’unità Hysteromat E.A.S.I.® per tutti gli interventi chirurgici isteroscopici e laparoscopici

Resettoscopi bipolari

Taglio, coagulazione e vaporizzazione in soluzione salina fisiologica

Si può ridurre notevolmente il pericolo della sindrome TUR utilizzando soluzione fisiologica salina. I prodotti resettoscopi bipolari KARL STORZ sono disponibili con diametro di 22 e 26 Charr. I nostri resettoscopi dal diametro ridotto di 22 Charr. sono consigliati per le pazienti soggette ad infertilità perché si deve applicare solo il dilatatore uterino sec. Hegar 7,5 per la dilatazione del canale cervicale. In combinazione con l’elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON® III 400 il resettoscopio garantisce una resezione, una coagulazione o una vaporizzazione efficaci.

Caratteristiche particolari:

  • Sistema bipolare che non riconduce il flusso di corrente al punto iniziale attraverso la camicia
  • Rischio di danni tissutali ridotti al minimo
  • Taglio ed incisione precisi e sicuri
  • Anse autopulenti grazie alla formazione di plasma
  • Disponibili nei modelli da 22 e 26 Charr.

VITOM®

Visualizzazione extracorporea, ingrandimento e documentazione

VITOM® è un sistema ottico che, a differenza di un endoscopio, non viene introdotto nel corpo, ma posizionato a 25 – 75 cm di distanza dal sito operatorio. Il sistema VITOM® è in grado di visualizzare e di documentare reperti colposcopici. Inoltre il sistema VITOM® ingrandisce il sito operatorio e rende visibili in modo eccellente i bordi epiteliali anche, ad esempio, in conizzazioni ad ansa.

  • Imaging ingrandita nella colposcopia e nella conizzazione
  • Sistema VITOM® con filtro verde integrato
  • Ideale anche per la formazione, la documentazione o la trasmissione di interventi
  • Se impiegato con un sistema videoendoscopico FULL HD (ad es. IMAGE1 S) il sistema VITOM® fornisce un imaging ad alta risoluzione

Visualizzazione del sistema linfatico con ICG in chirurgia oncologica*

Grazie al sistema a vicino infrarosso KARL STORZ (NIR/ICG e al marker al verde di indocianina (ICG) è possibile visualizzare laparoscopicamente in modo non radioattivo ed in tempo reale l’intero sistema linfatico intorno al tumore.

Il sistema offre i seguenti vantaggi:

  • Individuazione dei linfonodi senza intervento della medicina nucleare
  • Applicazione multidisciplinare
  • Fonte di luce a tecnologia Xenon (non sono necessari dispositivi di protezione per applicazioni laser)
  • Commutazione intuitiva tra luce bianca standard e modalità a fluorescenza tramite interruttore a pedale
  • I medici riportano le seguenti esperienze:
  • Con il sistema NIR/ICG è possibile eseguire una linfadenectomia meno radicale e nel contempo, grazie al controllo ottico, agevolare la resezione in blocco dei linfonodi.


*Il verde di indocianina iniettato in modo intradermico nei nodi sentinelle è permesso in Italia (cancro al seno), Giappone e Russia. È necessario informarsi sulla possibilità di utilizzare ICG Off-label nel Vostro ospedale/ nel Vostro Paese.

Visualizzazione laparoscopica del sistema linfatico in ginecologia con sistema NIR/ICG

In ginecologia conoscere ed osservare i linfonodi sentinella (SLN) è di grande importanza, per avere informazioni mediche precise sulla stadiazione tumorale e e formulare la prognosi. La detezione di SLN-tramite tracer radioattivo 99mTc è il gold standard nella chirurgia della mammella. Negli altri campi della chirurgia tumorale ginecologica si discute sui suoi vantaggi rispetto alla dissezione elettiva dei linfonodi. In questo campo l’imaging con sistema NIR a ICG può rappresentare un aiuto prezioso in qualità di nuova tecnica non radioattiva.1
Per SLN nel carcinoma dell’endometrio si hanno sinora i seguenti risultati (Tracer radioattivo 99mTc vs. ICG):

 

Tracer radioattivo 99mTc

ICG

Tasso detezione SLN completo

SLN bilaterale

Tasso detezione SLN generale

SLN bilaterale

Studio 12

 83 %  61 %  95,5 %  95,5 %

 

1 Papadia et al., Doctor-to-Doctor Manual ENDO-PRESS®, ICG-enhanced Fluorescence-guided SLN Mapping in Gynecological Malignancies (ISBN 978-3-89756-932-4)

2 Imboden et al., Surg. Oncol. 2015

VITOM® II ICG – impiego nel carcinoma della vulva

Con VITOM® II ICG KARL STORZ offre una soluzione ottimale per il mappaggio dei linfonodi sentinella nel carcinoma della vulva. VITOM® II ICG è un esoscopio che riunisce in un solo sistema i vantaggi dell’endoscopia e della microscopia, impiegando lo stesso sistema telecamera utilizzato anche per l’endoscopia (sistema IMAGE1 S NIR).

  • Con la visualizzazione NIR con VITOM® II ICG l’operatore dispone, oltre che del tecnezio e del blu patentato, di una modalità semplificata di detezione e rimozione selettiva del linfonodo sentinella (SLN), ad es. nel carcinoma della vulva.
  • VITOM® II ICG può essere utilizzato con un braccio autostatico.

La nuova generazione di trocar di KARL STORZ

La nuova generazione di trocar riunisce componenti monouso e riutilizzabili: la cannula e il mandrino sono riutilizzabili, mentre la guarnizione della valvola è monouso.

Caratteristiche:

  • Il mandrino ergonomico consente un maneggio sicuro del trocar durante il posizionamento
  • Sistema di tenuta monoblocco e monouso
  • Minimo attrito tra la guarnizione della valvola e lo strumento
  • Peso notevolmente ridotto e buon bilanciamento dello strumento grazie al trocar realizzato in materiale sintetico
  • Codice colore per una facile distinzione delle diverse misure
  • Disponibili nelle misure da 2,5 mm a 13,5 mm

Manipolatore uterino sec. KECKSTEIN

Straordinariamente versatile

Il manipolatore uterino sec. KECKSTEIN rende sicure le operazioni ginecologiche in bacini stretti. La visione del sito operatorio durante le isterectomie, ma anche in operazioni di mantenimento degli organi, risulta migliorata rispetto a quella dei manipolatori standard grazie alla possibilità di flettere in avanti e all’indietro sia l’estremità distale che la campana. Inserti atraumatici di forma differente per operazioni di chirurgia riproduttiva o oncologica offrono all’operatore possibilità di trattamento del tutto nuove.

  • Nuova guarnizione riutilizzabile per l’isterectomia laparoscopica totale
  • Anteflessione e retroflessione dell’estremità distale e della campana
  • Inserti atraumatici per interventi oncologici e conservativi di organi

SupraLoop – adesso anche nel modello bipolare

Per l’isterectomia laparoscopica sopracervicale

Oltre all’ansa unipolare SUPRALOOP, già comprovata, viene offerta ora anche la nuova ansa bipolare SUPRALOOP per la rimozione dell’utero durante l’isterectomia sopracervicale.

  • SupraLoop bipolare senza elettrodo neutro
  • Ansa disponibile in due misure
  • Riduzione dei tempi operatori grazie ad una rapida rimozione dell’utero
  • Risparmio di costi grazie all’impugnatura e alla camicia esterna riutilizzabili