Navigation

Stage

Highlights

Fluorescence Imaging

L’imaging a fluorescenza con piattaforma modulare telecamera IMAGE1 S di KARL STORZ

KARL STORZ offre un imaging FULL HD brillante e privo di laser per la visualizzazione dei vasi sanguigni, delle vie biliari e del sistema linfatico tramite iniezione di colorante a fluorescenza verde di indocianina (ICG)*. La base del sistema NIR/ICG è la piattaforma telecamera IMAGE1 S.

  • Disponibile sistema ottico da 5 mm
  • Applicazione multidisciplinare, ad es. in chirurgia generale e viscerale, in chirurgia toracica, in ginecologia, urologia e in chirurgia ricostruttiva
  • Tecnologia basata su Xenon (non sono necessarie misure di sicurezza supplementari)
  • Illuminazione ed aumento del contrasto eccellenti
  • Soluzione "all-in-one" per la chirurgia aperta e la laparoscopica tramite VITOM® II ICG
  • User-friendly


*Verificare se la sostanza colorante fluorescente verde di indocianina è consentita per il rispettivo settore di indicazione nel proprio Paese.

Esempio di valutazione della perfusione dell’intestino crasso – Fonte: Prof. Luigi Boni, Università degli Studi dell’Insubria, Varese, Italia
Esempio di valutazione della perfusione dell’intestino crasso – Fonte: Prof. Luigi Boni, Università degli Studi dell’Insubria, Varese, Italia

La valutazione della vascolarizzazione riveste spesso un ruolo importante nelle discipline mediche più diverse. Con il sistema NIR/ICG e la somministrazione del verde di indocianina (ICG) è possibile identificare facilmente le zone ischemiche per poterle trattarle intraoperativamente, riducendo in questo modo i tempi chirurgici.

  • Rapida valutazione della vascolarizzazione della zona da trattare operativamente e delle relative anastomosi, ad es. in resezioni del colon3 e dell’esofago e in interventi di by-pass dello stomaco4
  • Valutazione della vascolarizzazione nella plastica dei lembi
  • Visualizzazione dei segmenti epatici


3 Koh et al., Fluorescent Angiography Used to Evaluate the Perfusion Status of Anastomosis in Laparoscopic Anterior Resection, 2016

4 Boni et al., Clinical Applications of Indocyanine Green (ICG) Enhanced Fluorescence in Laparoscopic Surgery, 2015

Colecistectomia supportata – Fonte: Prof. Luigi Boni, Università degli Studi dell’Insubria, Varese, Italia
Colecistectomia supportata – Fonte: Prof. Luigi Boni, Università degli Studi dell’Insubria, Varese, Italia

Il verde di indocianina (ICG) si accumula nella colecisti e nei dotti biliari poiché viene eliminato per via epato-biliare. In questo modo è possibile identificare rapidamente e con sicurezza le strutture anatomiche della colecisti e dei dotti biliari. Grazie ad una migliore identificazione dell’anatomia biliare si possono eseguire colecistectomie con rapidità ed in sicurezza.

  • Consente la distinzione sicura tra il dotto cistico ed il dotto coledoco1
  • Identificazione di leak intraoperativi con ICG
  • Riduzione dei tempi chirurgici con ICG rispetto a quelli con colangiografia standard2


1 Boni et al., NIR/ICG Fluorescence Imaging in Laparoscopic Surgery, Doctor-to-Doctor Manual ENDO-PRESS®,
(ISBN 978-3-89756-934-8)

2 Dip et al., Cost analysis and effectiveness comparing the routine use of intraoperative fluorescent cholangiography with fluoroscopic cholangiogram in patients undergoing laparoscopic cholecystectomy, 2014

Colectomia laparoscopica del colon trasverso con linfoadenectomia assistita da fluorescenza
Colectomia laparoscopica del colon trasverso con linfoadenectomia assistita da fluorescenza – Fonte: Prof. Luigi Boni, Università degli Studi dell’Insubria, Varese, Italia

In molti interventi chirurgici oncologici la visualizzazione del sistema linfatico non è sempre facile. Con l’imaging NIR/ICG è possibile visualizzare intraoperativamente in tempo reale
e senza radiazioni l’intero sistema linfatico intorno al tumore. In questo modo si può evitare l’applicazione della medicina nucleare.11

  • Metodo di visualizzazione dei linfonodi non radioattivo
  • Con questo metodo si ha un alto tasso di successo nella visualizzazione di linfonodi rispetto ai metodi standard12
  • Applicazione multidisciplinare, ad esempio in ginecologia, urologia e chirurgia generale


*La somministrazione (S)LN intradermica del verde di indocianina è consentita in Italia (cancro al seno), Giappone
e Russia. È necessario informarsi sulle possibilità di utilizzo di un off-label di ICG nel proprio ospedale/Paese.

11 Papadia et al., ICG-Enhanced Fluorescence-Guided SLN Mapping in Gynecological Malignancies,
Doctor-to-Doctor Manual ENDO-PRESS®, (ISBN 978-3-89756-932-4)

12 Imboden et al., A Comparison of Radiocolloid and Indocyanine Green Fluorescence Imaging, Sentinel Lymph Node Mapping in Patients with Cervical Cancer Undergoing Laparoscopic Surgery, 2015

Verifica della perfusione per determinare l’anastomosi colorettale – Fonte: Dr. Matej Skrovina, Direttore del reparto chirurgico, Ospedale di Novy Jicin, Repubblica Ceca
Verifica della perfusione per determinare l’anastomosi colorettale – Fonte: Dr. Matej Skrovina, Direttore del reparto chirurgico, Ospedale di Novy Jicin, Repubblica Ceca

Il cancro intestinale è il terzo tipo di tumore più frequente in Germania5. In molti casi l’unico metodo di guarigione è un intervento chirurgico radicale. Una buona vascolarizzazione è di vitale importanza per la riuscita delle anastomosi colorettali.

  • Il sistema NIR/ICG consente di valutare intraoperativamente la perfusione in tempo reale, ad es. per determinare le zone adatte per la resezione
  • In Boni et al.6 è stato dimostrato che tramite il controllo della perfusione è possibile ridurre il tasso di leck di anastomosi


5 Robert-Koch-Institut, Berlino, Germania

6 Boni et al., Indocyanine green-enhanced fluorescence to assess bowel perfusion during laparoscopic colorectal resection, 2016

Fonte: Prof. Boni, Università degli Studi dell’Insubria, Varese, Italia (immagine endoscopica)

Con la tecnologia KARL STORZ nel vicino infrarosso (NIR/ICG) e l’impiego del verde di indocianina (ICG) come marcatore è possibile visualizzare in tempo reale e senza l’uso di sostanze radioattive l’intero sistema linfatico che circonda il tumore.

Il sistema offre i seguenti vantaggi:

  • Detezione non radioattivo dei linfonodi
  • Applicazione multidisciplinare
  • Tecnologia basata sullo Xenon (non sono necessarie le misure preventive del laser)
  • Commutazione intuitiva tra luce bianca standard e modalità a fluorescenza tramite interruttore a pedale
  • I medici descrivono così le loro esperienze chirurgiche: La tecnologia NIR/ICG consente di ridurre la radicalità della linfoadenectomia e al tempo stesso facilita la resezione in blocco dei linfonodi sotto controllo visivo.

* Il verde di indocianina iniettato in modo intradermico nei nodi sentinelle è permesso in Italia (cancro al seno), Giappone e Russia. È necessario informarsi sulla possibilità di utilizzare ICG Off-label nel Vostro ospedale/ nel Vostro Paese.

Fonte: Prof. Cadière, Università di Saint-Pierre, Bruxelles, Belgio (immagine endoscopica)

In ginecologia conoscere ed osservare i linfonodi sentinella (SLN) è di grande importanza, per avere informazioni mediche precise sulla stadiazione tumorale e e formulare la prognosi. La detezione di SLN tramite tracer radioattivo 99mTc è il gold standard nella chirurgia della mammella. La detezione di SLN-tramite tracer radioattivo 99mTc è il gold standard nella chirurgia della mammella. In questo campo l’imaging con sistema NIR a ICG può rappresentare un aiuto prezioso in qualità di nuova tecnica non radioattiva13.

In uno studio sull’identificazione di SLN nel carcinoma dell’endometrio si hanno sinora i seguenti risultati (99mTc vs. ICG):

  Tracer radioattivo 99mTc ICG
Tasso detezione SLN completo SLN bilaterale Tasso detezione SLN generale SLN bilaterale

Imboden et al.14

 83 %  61 %  95,5 %  95,5 %


13 Papadia et al., ICG-Enhanced Fluorescence-Guided SLN Mapping in Gynecological Malignancies,
Doctor-to-Doctor Manual ENDO-PRESS®, (ISBN 978-3-89756-932-4)

14 Imboden et al., A Comparison of Radiocolloid and Indocyanine Green Fluorescence Imaging, Sentinel Lymph Node Mapping in Patients with Cervical Cancer Undergoing Laparoscopic Surgery, 2015

Fonte: Prof. Boni, Università degli Studi dell’Insubria, Varese, Italia (immagine endoscopica)

La visualizzazione con fluorescenza del sistema linfatico tramite sistema NIR/ICG di KARL STORZ viene applicata in molte discipline mediche di diverso tipo. Nella letteratura vengono riportati i seguenti esempi:

  • Urologia15,16:
    • Carcinoma della prostata
    • Carcinoma del pene
  • Chirurgia generale,17,18:
    • Carcinoma colorettale
    • Carcinoma del pancreas
    • Carcinoma dello stomaco


15 Jeschke et al., Visualisation of the lymph node pathway in real time by laparoscopic radioisotope- and fluorescence-guided sentinel lymph node dissection in prostate cancer staging, 2012

16 Hruby et al., Fluorescence Guided Targeted Pelvic Lymph Node Dissection for intermediate and high risk prostate cancer, 2015

17 Boni et al., Clinical applications of indocyanine green (ICG) enhanced fluorescence in laparoscopic surgery, 2014

18 Boni et al., NIR/ICG Fluorescence Imaging in Laparoscopic Surgery, Doctor-to-Doctor Manual ENDO-PRESS®,
(ISBN 978-3-89756-934-8)

Fonte: Dr. García Valdecasas, Hospital Clínic de Barcelona, Spagna

Con VITOM® II ICG KARL STORZ offre una soluzione eccellente di imaging a fluorescenza anche in chirurgia aperta. Il sistema VITOM® II ICG può essere utilizzato con i componenti del sistema NIR/ICG.

  • Consente in diverse discipline mediche la visualizzazione di vasi linfatici e linfonodi e la vascolarizzazione nei trapianti dei lembi, anche in interventi di chirurgia aperta supportata dalla fluorescenza
  • È possibile integrare il sistema VITOM® II ICG con un braccio autostatico nel campo operatorio del chirurgo.
  • Per ottenere un migliore risultato si può attivare la modalità di visualizzazione SPECTRA A dell’unità telecamera IMAGE1 S; in questo modo si ha un aumento del contrasto delle immagini.
Fonte: Dr. Takeaki Ishizawa, Università di Tokio, Giappone
Fonte: Dr. Takeaki Ishizawa, Università di Tokio, Giappone

I tumori epatici primari sono il sesto tipo di tumore più frequente a livello mondiale. Le metastasi epatiche sono addirittura 20 volte più frequenti dei tumori epatici primari7. Il sistema NIR/ICG con il colorante ICG ha per la chirurgia epatica i seguenti vantaggi:

  • Il sistema ICG in combinazione con l’illuminazione del vicino infrarosso consente la visualizzazione intraoperativa di metastasi e carcionomi epatici sulla superficie tissutale o al di sotto di essa8
  • Diagnosi di metastasi di piccole dimensioni fino ad un massimo di alcuni millimetri9
  • Determinazione agevolata dei contorni di resezione10


7 Tasso di incidenza del cancro in Germania nel 2011/2012 (10), Robert-Koch-Institut, Berlino, Germania

8 Fino ad un massimo di un centrimetro a seconda del tipo di tessuto

9 Tummers et al., First experience on laparoscopic near-infrared fluorescence imaging of hepatic uveal melanoma metastases using indocyanine green, 2014

10 Boni et al., NIR/ICG Fluorescence Imaging in Laparoscopic Surgery, Doctor-to-Doctor Manual ENDO-PRESS®,
(ISBN 978-3-89756-934-8)

Fonte: Dr. Niclas Kvarnström, Ospedale Universitario di Sahlgrenska, Göteborg, Svezia
Fonte: Dr. Niclas Kvarnström, Ospedale Universitario di Sahlgrenska, Göteborg, Svezia

La somministrazione selettiva del colorante del verde di indocianina (ICG) supporta l’identificazione dei diversi segmenti epatici durante la resezione parziale del fegato, sia negli interventi chirurgici laparoscopici che di chirurgia aperta. Le resezioni parziali del fegato presuppongono una conoscenza sicura del percorso vascolare e del posizionamento dei singoli segmenti, tenendo conto anche delle varianti anatomiche dei vasi sanguigni:

  • Il tumore viene localizzato prima e durante l’intervento tramite TC, risonanza magnetica ed ultrasuoni
  • L’ICG viene iniettato per intravena nel vaso alimentatore del segmento da operare
  • Il segmento in questione può essere distinto e differenziato tramite la fluorescenza dai segmenti vicini circostanti non illuminati da fluorescenza

Con l’ausilio della fluorescenza supportata dal verde di indocianina (ICG) si possono inoltre scoprire facilmente eventuali leck dei dotti biliari dopo segmentectomie epatiche o trapianti
di fegato.

Il sistema NIR/ICG di KARL STORZ come sistema modulare per applicazioni di diverso tipo

  • Visualizzazione dei dotti biliari
  • Visualizzazione della vascolarizzazione
    • Controllo intraoperativo della perfusione delle anastomosi colorettali
    • Visualizzazione delle zone ischemiche e delle strutture vascolari
  • Applicazione nella chirurgia epatica
    • Visualizzazione dei segmenti epatici
    • Diagnosi delle metastasi e dei carcinomi epatici
  • Visualizzazione del sistema linfatico
    • Visualizzazione dei vasi linfatici e dei linfonodi
    • Leck linfatici

Stop Guessing. Start Knowing.

PDD – Visualizzazione versatile con IMAGE1

La piattaforma telecamera IMAGE1 S ha un’ulteriore componente con la diagnosi fotodinamica (PDD) in qualità FULL HD. Le testine HX FI si contraddistinguono soprattutto per la loro versatilità di utilizzo. Oltre alle tecnologie OPAL1™ PDD si possono visualizzare a luce bianca anche le Tecnologie S CHROMA, SPECTRA A e SPECTRA B.

  • Testina versatile con imaging a fluorescenza PDD e Tecnologie S
  • Immagini FULL HD brillanti e molto nitide
  • Design leggero ed ergonomico
  • Disponibile come testina standard e come testina pendulum
  • Componente della piattaforma telecamera IMAGE1 S, compatibile con IMAGE1 S X-LINK
  • Semplice comando della funzionalità PDD tramite la testina IMAGE1 S